Grazie ad Alexa Custom Assistant le aziende potranno creare i propri assistenti vocali

Amazon ha presentato Alexa Custom Assistant, novità pensata appositamente per le imprese per permettere a ciascuna realtà di creare i propri assistenti vocali personalizzati, adatti al brand e alle esigenze dei clienti.

Il colosso dell’e-commerce investe da tempo nell’ottimizzazione del proprio assistente vocale Alexa e proprio nel 2017 ha lanciato il servizio Alexa for Business volto a migliorare la produttività aziendale, permettendo a manager, dipendenti e tecnici di svolgere le attività nel modo più veloce e semplice possibile: utilizzando il comando vocale.

Questa novità dona la possibilità alle aziende di avere una voce in linea con la brand identity, una parola di attivazione scelta dall’azienda, funzionalità e competenze associate al settore specifico per rispondere alle preferenze dei clienti e trarre beneficio per migliorare la customer experience.

Alexa Customer
Alexa Custom Assistant, Fonte: Computermagazine

Amazon dichiara che “Costruire un assistente intelligente è qualcosa di complesso, che richiede molto tempo e molti soldi”  e dunque l’azienda darà l’opportunità di accedere alla tecnologia sviluppata senza i grandi investimenti richiesti per la creazione e per il mantenimento di un assistente vocale.

È importante ricordare che sistemi come questo sono in continua evoluzione ed è quindi necessario mantenerli costantemente aggiornati. Inoltre, nel comunicato stampa, si precisa che:

“Alexa Custom Assistant riduce il costo e la complessità associata al processo di sviluppo di assistenti intelligenti da incorporare in automobili, dispositivi di elettronica di consumo, applicazioni mobili […] videogiochi e in una varietà di altri strumenti digitali”.

Quali sono i requisiti e le particolarità del servizio?

Per poter usufruire di questo servizio innovativo, un rappresentante aziendale deve registrarsi  e richiedere l’accesso inviando dati personali, dell’azienda e le motivazioni che hanno spinto l’impresa a intraprendere questo nuovo percorso.

Un altro dato fondamentale da fornire ad Amazon è il tipo di dispositivo in cui si vorrebbe integrare l’assistente vocale, citando alcuni esempi pratici in cui verrà utilizzato. 

Alexa Custom Assistant ed Alexa possono collaborare ed infatti, nel video di presentazione si mostrano alcuni esempi: chiedere ad Alexa di abbassare il finestrino, la richiesta verrà indirizzata all’assistente della relativa azienda (che potrebbe essere un’azienda automotive in questo caso); mentre, se si chiede all’assistente di un brand di riprodurre un brano, la richiesta verrà indirizzata ad Alexa, adatta e collaudata appositamente.

Brandon Alexa
Brandon, Alexa Custom Assistant. Fonte: YouTube

Fiat Chrysler Automobiles e Alexa 

Attualmente Alexa è presente nelle automobili con il dispositivo Echo Auto, al quale può essere collegato lo smartphone tramite l’app.

Il primo cliente a usufruire del nuovo servizio sarà Fiat Chrysler Automobiles (FCA) che, come comunicato da Amazon, ha già iniziato il “processo di pianificazione per lo sviluppo di un assistente vocale personalizzato per il brand FCA da integrare in alcuni modelli di veicoli”.

L’obiettivo dell’introduzione di Alexa Custom Assistant è quello di semplificare le abitudini digitali dei clienti ovunque si trovino, come dichiarato da Mark Stewart, Chief Operating Officer di FCA per l’America del Nord.

+3
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp