Apple e il lancio green del nuovo iPhone 12

L’emergenza Coronavirus ha spinto molte aziende a impegnarsi concretamente a livello sociale e ciò è anche dovuto in grossa parte alla sempre maggiore attenzione da parte dei consumatori nei confronti del comportamento delle organizzazioni, la cui impronta civica e ambientale risulta essere spesso decisiva nello spingere le persone all’acquisto.

Prendere posizione ripaga

Secondo alcuni dati, dal 2019 ad oggi i brand che hanno registrato più vendite sono quelli che sono stati capaci di prendere posizione in momenti critici.

Il processo decisionale che conduce all’acquisto, infatti, non è più influenzato solamente da fattori come la qualità, la funzionalità, lo stile o il prezzo, ma anche e sopratutto dall’affinità tra i valori del consumatore e quelli del marchio.

Il brand activism acquista quindi una rilevanza sempre maggiore agli occhi delle persone e le aziende se ne stanno finalmente rendendo conto.

Brand activism

La mela verde di Apple

Apple è da tempo impegnata nel rispetto dell’ambiente.
Un esempio concreto a tal proposito è l’utilizzo di scatole completamente riciclate per commercializzare i suoi prodotti o l’impiego di alluminio, sempre riciclato, per produrre le scocche dei MacBook.

Durante la presentazione del nuovo iPhone 12, così come in quella dello scorso settembre, l’azienda ha parlato anche del suo impegno in ambito di sostenibilità evidenziando l’obiettivo di diventare “carbon neutralentro il 2030, ossia raggiungere un tasso di emissioni nette di anidride carbonica pari a zero.

Per raggiungere questo traguardo Apple sta cercando di migliorare continuamente sia l’azienda che i suoi prodotti.
Anche qui, un esempio concreto è il nuovo Apple Park ad impatto zero, caratterizzato da ampie vetrate per sfruttare la luce naturale del sole e pannelli fotovoltaici sul tetto per produrre energia sostenibile.

Inoltre, per essere eco-friendly al massimo, se i pannelli fotovoltaici non riescono a garantire il 100% del fabbisogno energetico ci pensa una centrale a biomasse, ossia un tipo di centrale elettrica che utilizza l’energia rinnovabile ricavata da organismi animali o vegetali.

Apple Park
Apple Park

Il lancio di iPhone 12

In occasione del lancio del nuovo iPhone 12, Apple ha annunciato di aver rimosso il caricabatterie e le cuffie dalla confezione per non produrre accessori inutili e ridurre al contempo i costi.

Inutile dire che le persone non l’hanno presa benissimo.
Bisogna però essere sinceri con se stessi: quanti di noi a casa hanno almeno un cassetto pieno zeppo di cavi, cavetti, auricolari e chi più ne ha, più ne metta?

Iphone 12

La verità è che molto spesso abbiamo più accessori di quanti ce ne servano davvero e altrettanto spesso ci dimentichiamo completamente di averli, oppure li perdiamo.

Tendendo quindi a mente che, ogni volta che viene comprato un nuovo iPhone, in genere si possiede già almeno un cavo e degli auricolari, ha davvero senso lamentarsi per una scelta simile?

D’altronde, se amiamo Apple è anche e soprattutto per il suo stile fortemente minimalista e il suo carattere essenziale.
Gli accessori, come dice la parola stessa, sono un di più, e in quanto extra non stupisce che l’azienda abbia deciso di non includerli nella scatola, anche perchè in questo modo può conferire maggiore unicità al telefono.

Oltre l’apparenza c’è del verde

La decisione di Apple non va interpretata solo da un punto di vista di convenienza per l’azienda a livello economico, ma anche da un punto di vista ambientale.

Come abbiamo detto, siamo pieni zeppi di cavi, carica batterie e auricolari e molto spesso nemmeno sappiamo di averli.
Questi generano pur sempre un impatto ambientale non indifferente, di conseguenza non includerli nella confezione è un modo per ridurre tale impatto.

Apple, con questa mossa coraggiosa, vuole lanciare a tutti un messaggio di sensibilizzazione su quanto il superfluo che ci circonda finisca per alimentare l’inquinamento che sta lentamente distruggendo il pianeta.

La soluzione al problema è quindi abbracciare una filosofia di vita più essenziale, quella che ha fatto innamorare tutto il mondo di Apple.

+1

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp