Burger King punta sul “touchless”: i primi ristoranti pronti già nel 2021

Pannelli solari, meno spazio interno e più distanziamento sono solo alcune delle caratteristiche dei nuovissimi ristoranti firmati Burger King.

Nuovo aspetto punti Burger King
Fonte: Burger King

Con regole di distanziamento sociale sempre più rigorose dovute alla pandemia, Burger King ha preso la palla al balzo e ha deciso di rinnovare la customer experience nei suoi ristoranti, rivoluzionandoli completamente.

I nuovi punti Burger King avranno una metratura interna inferiore del 60% rispetto alla situazione pre-pandemia e prevedono l’installazione di pannelli solari, la creazionezione tre corsie “drive-thru” e uno spazio esterno per godersi il pasto in tutta tranquillità.

Patio Burger King
Fonte: Burger King

La Restaurant Brand International di cui Burger King fa parte è stata una delle ultime ad annunciare questo shift permanente e, peraltro, anche necessario visto il cambiamento del comportamento dei consumatori. Infatti, secondo i dati di NPD Group, il servizio “drive-thu” ha visto un incremento del 26% nei mesi di aprile, maggio e giugno.

Josh Kobza, Chief Operating Officer di Restaurant Brand International, ha recentemente annunciato che: “A marzo il nostro team interno di design e di nuove tecnologie ha accelerato i nuovi piani di progettazione dei ristoranti e ha cercato di spingersi sempre più avanti, rendendo i punti Burger King sempre migliori”.

Il tutto è stato ovviamente fatto prendendo in considerazione il cambiamento delle abitudini dei consumatori ed il massimo miglioramento della customer experience.

I primi ristoranti verranno aperti in America Latina, ai Caraibi e a Miami, quartier generale di Burger King.

Il fatto che i nuovi punti occuperanno una superficie minore del 60% li renderà ottimali in conglomerati urbani molto affollati.
Grazie al design di Burger King Your Way, i clienti potranno quindi parcheggiare le proprie auto sotto tettoie dedicate e dotate di pannelli solari.

Ciò permetterà al cliente di scannerizzare un codice QR presente nel proprio posto auto, ricevendo così direttamente in macchina l’ordine effettuato.

Posto auto e QR code e App
Fonte: Burger King

Nel caso i clienti preferissero gustarsi il pasto in maniera più tradizionale, sopra i drive-thru verranno posizionate la cucina e la sala da pranzo, collegate da un nastro trasportatore che consegnerà gli ordini ai clienti.

Cucine Burger King
Fonte: Burger King

Inoltre, grazie agli armadietti “pick-up” sarà possibile fare un ordine direttamente dall’app, così da avere già il pasto pronto al momento dell’arrivo.

Secondo un recente studio condotto da Accenture, gli acquisti online e, dunque, anche tramite app o dispositivi mobili aumenteranno del 160%, inoltre emerge anche come i consumatori siano diventati sempre più attenti al portafogli e all’impatto ambientale causato dalle loro scelte.

CNN conferma che ad oggi le diverse abitudini dei consumatori hanno portato ad un vero e proprio boom nel settore del fast food, e che i consumatori preferiscono fare ordini più sostanziosi in una sola volta (family-size), preferendo nettamente gli ordini take away e online tramite delivery.

Senza dubbio l’avvento del Covid-19 ha portato a una rivoluzione tecnologica senza precedenti che ha scosso e rimodellato le nostre abitudini di consumo, ma pare che non sia finita qui perchè secondo Business Insider questo quadro potrebbe continuare anche dopo la pandemia, in particolare:

  • Rendendo l’utilizzo di mascherine e di guanti obbligatori nei fast food sia per i dipendenti che per i clienti;
  • Continuando ad offrire “family-style meal deals”:
  • Utilizzando il contactless come forma di pagamento;
  • Eliminando i self-free refill;
  • Chiudendo i punti ristoro sprovvisti di drive-thru.

In questa difficile situazione, Burger King si dimostra ancora una volta un ottimo esempio di adattabilità!

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Facebook
Advertising

Come individuare i giusti KPI per Facebook ADS

Impostare le campagne Facebook correttamente richiede preparazione e abilità affinché siano performanti, ma come valutare successivamente i dati raccolti per definire l’efficienza dei propri annunci?

Leggi »