IKEA lancia una versione audio del catalogo 2021

Il colosso svedese dell’arredamento propone una nuova versione per il catalogo 2021, all’insegna dell’audio e dell’ascolto. Si tratta di un catalogo podcast di quattro ore che invece di essere sfogliato viene ascoltato. Un voce narrante, infatti, si occupa di raccontare i componenti di arredo, descrivendo i mobili nelle loro caratteristiche e colori. È possibile ascoltare gratuitamente questa versione audio su YouTube, Audiobooks e Spotify.

Un’alternativa digitale e di intrattenimento

La decisione di adottare un catalogo podcast nasce dal desiderio da parte di IKEA di evolvere in una versione digitale, interrompendo così il catalogo cartaceo. Un passo verso il digitale era già stato fatto con “The IKEA catalogue through the ages”, una versione completamente digitale di tutti i cataloghi IKEA pubblicati dal 1951 fino ad oggi.

Oltre al desiderio di evoluzione verso il digitale da parte di IKEA, si aggiunge anche il cambiamento che ha investito i clienti, sempre più orientati verso l’acquisto online dei prodotti. Una tendenza sempre più crescente che va a consolidarsi con il passare del tempo.

IKEA afferma che realizzare una versione audio del catalogo è stato anche un modo per intrattenere le persone, che a causa della pandemia in corso trascorrono sempre più tempo in casa e hanno bisogno di soluzioni innovative per far fronte alla noia e quotidianità. Così attraverso tredici capitoli, ognuno rivolto a una stanza o  a una tipologia di oggetti di arredo, si cerca di intrattenere l’utente nel migliore dei modi.

Una grande crescita

Nonostante il periodo di difficoltà che sta investendo molti settori, le vendite globali del marchio svedese sono diminuite solo del 4%, con un fatturato di 39,6 miliardi di euro e soprattutto con un largo incremento delle vendite online rispetto all’anno precedente. Tendenza dovuta probabilmente all’esigenza nata durante il lockdown di trasformare alcune stanze in luoghi di lavoro e studio, rendendo l’ambiente più confortevole e pratico.

Anche per questo motivo,  alcuni store hanno registrato addirittura un lieve aumento del fatturato, come nel caso di IKEA Svizzera.

Jessica Anderen, CEO di IKEA Svizzera dichiara:

“Noi tutti abbiamo condiviso l’esperienza di un anno fuori dal comune, che ci ha posto davanti a sfide mai viste prima: sono felice che siamo ugualmente riusciti a chiudere l’esercizio con successo.”

IKEA, infatti descrive il 2020 come un anno di “ritorno a casa”.

Con l’arrivo della primavera, quando tutto comincia a fiorire si inizia a sperare in un futuro migliore. Si potranno riaprire le porte dei punti vendita, senza però trascurare l’evoluzione verso il digitale che rappresenta il principale passo in avanti verso il domani.

+1
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp