Dal Covid-19 alla Regina degli Scacchi: il 2020 degli Italiani letto da Semrush

Il 2020 è sicuramente un anno che tutti ricorderemo. Siamo stati messi a dura prova, sono state limitate le nostre azioni, scelte e spostamenti; in cambio abbiamo avuto una lezione sul valore della nostra libertà, data troppo per scontato.

D’altro canto, quest’anno ci ha regalato del tempo che abbiamo passato tra le mura delle nostre abitazioni, in cui abbiamo fatto entrare routine, amici e lavoro. In questa nuova vita più sedentaria, Internet è stato per tutti uno strumento fondamentale.

La domanda che ci poniamo è: noi cosa ci abbiamo fatto di questo tempo? Quali sono stati i nostri maggiori interessi? A rispondere sono i dati di Semrush, piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online.

Attraverso questi dati possiamo analizzare quali sono stati i temi più ricercati, i personaggi di spicco e le piattaforme maggiormente visitate nel 2020.

Top topic 2020: da #andràtuttobene a #blacklivesmatter

Black Lives Matter
Fonte: lospiegone.com

Il 2020 si era aperto con molte ricerche web sul festival di Sanremo, dalla diatriba Bugo-Morgan alla vittoria di Diodato. Tuttavia, da marzo, gli hashtag in trend si sono trasformati in #nuovoDpcm, #immuni #autocertificazione e #tamponi.

I temi più digitati sulle tastiere di smartphone e pc – con circa 902 mila ricerche al mese – sono riferiti, ovviamente, al Coronavirus. Poi l’arrivo di #bonus e #incentivi ha suscitato un forte interesse negli italiani, soprattutto il bonus mobilità per biciclette e monopattini cercato fino a 823 mila volte nei mesi di giugno e luglio. 

Una delle prime notizie positive arrivata durante il lockdown di marzo fu quella relativa alla liberazione di #silviaromano, notizia che diede spazio a una serie di polemiche non indifferenti (dato che la keyword più digitata in merito alla questione verteva sulla sua presunta gravidanza).

Nel momento in cui noi italiani ci ritrovavamo a cantare sui balconi, negli Stati Uniti, moriva George Floyd. Questa tragedia ha creato #blacklivesmatter, un movimento di unione solidale su scala globale con circa 1 milione e 220 mila ricerche nel mese di maggio.

Protagonisti dell’ultimo trimestre di questo lungo anno, sono i colori delle diverse regioni d’Italia #rosso, #arancione, #giallo e il tanto atteso #vaccino. 

Giuseppe Conte, il protagonista indiscusso del 2020

Giuseppe Conte
Fonte: Espresso.repubblica.it

Tra le 5 ricerche più googlate nel 2020 troviamo il nome del nostro Presidente del Consiglio. Secondo la ricerca di Zwan e Semrush, Giuseppe Conte, è riuscito a incrementare positivamente la reputazione dell’Italia a livello globale, grazie al suo operato ed è il nome più digitato in sul web.

Tra i personaggi di maggiore interesse del 2020 ricordiamo anche Elettra Lamborghini – soprattutto a febbraio con la sua partecipazione al Festival di Sanremo (2 milioni e 740 mila digitazioni) e a settembre in occasione del suo matrimonio (1 milione e 220 mila ricerche) e Cristiano Ronaldo, digitato in media 460 mila volte ogni mese.

I contenuti che ci hanno fatto compagnia

the queen's gambit
Fonte: Medium

Ovviamente, abbiamo sfruttato il tempo passato in casa per guardare numerosi film, documentari, animazioni e serie tv. Il colosso dell’intrattenimento Netflix, durante il primo lockdown, ha raggiunto quasi 8 milioni di digitazioni nei mesi di marzo e aprile.

Segue Amazon Prime Video con 1 milione e 547 mila digitazioni mensili e Disney Plus, lanciata in Italia solo a fine marzo, con 835 mila ricerche al mese.

I contenuti più visti sono stati Unorthodox, la miniserie basata sul contrasto tra la rigida dimensione della comunità ebraica e il desiderio di libertà, e la più recente Regina di scacchi (The Queen’s gambit), cercata circa 14 mila volte ogni mese.

per quanto riguarda la musica, Spotify indossa la corona dello streaming musicale con 723 mila digitazioni medie mensili, quasi il doppio di quelle registrate da YouTube Music, in seconda posizione con 365 mila ricerche medie ogni mese.

+7
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp