Man Repeller: chiude il blog di Leandra Medine

C’era una volta un blog di moda Man Repeller, letteralmente “repellente agli uomini”, fondato nel 2010 da una IT Girl e blogger americana di nome Leandra Medine; il blog aveva un seguito di milioni di lettori in tutto il mondo. La notizia di pochi giorni fa è che, a distanza di 10 anni, Man Repeller chiude. A cosa si deve questa chiusura? I rumors parlano di problemi di profitti e soprattutto dell’incapacità di creare contenuti interessanti per i lettori.

L’accusa per Man Repeller è di razzismo. Ex dipendenti di MR hanno dichiarato che l’ambiente di lavoro all’interno del blog non era per niente inclusivo, poi l’accusa più grande: i contenuti editoriali del blog sono razzisti,  non includono persone di ogni “razza”, solo i bianchi, alti e magri. A quanto pare Man Repeller era un contesto razziale e la sua comunicazione lo era altrettanto.

Man Repeller' Leandra Medine Eats Whenever She Can Find the Time During Fashion Week
Grub street

La storia di Man Repeller

Man Repeller nasce nel Maggio 2010 grazie alla sua fondatrice Leandra Medine. La leggenda narra che un giorno Leandra e l’amica Rachel  si ritrovarono a fare acquisti da Topshop e che Leandra provando un capo disse:

“E’ tutto così repellente per gli uomini: pantaloni ampi scoloriti, spalline enormi. Allora è deciso, ne faccio un blog”.

Da quel momento Man Repeller inizia a pubblicare post sui trend della moda e sullo stile di Leandra non esattamente promotrice del classico tubino nero aderente. Medine ha uno stile rivoluzionario per quegli anni; indossa outfit poco convenzionali, mischia stili opposti, e lancia un messaggio che anticipa gli anni femministi che verranno:

“Donne, trovate il vostro stile anche se è diverso e repellente per gli uomini!”

La crescita e le collaborazioni

Il blog inizia a crescere ed iniziano partnership con i più importanti brand del lusso e del mondo del fashion. Parallelamente nasce un team di 16 persone che segue tutto il lavoro redazionale e contrattualistico del blog. Leandra Medine diventa una delle influencer più richieste: celebre è la sua capsule-collection con Mango (“Leandra Medine X Mango”), nel frattempo iniziano a circolare lievi accuse che tacciano MR di razzismo, Leandra si allontana dal blog e diventa mamma.

 

BOOK REC – MAN REPELLER: SEEKING LOVE, FINDING OVERALLS | CLAWS AND FANGS
claws and fangs – WordPress.com, BOOK REC – MAN REPELLER: SEEKING LOVE, FINDING OV

Il nuovo nome: Repeller

Quando Leandra lasciava Man Repeller il blog assunse un nuovo nome: Repeller (@repeller). Sul profilo IG del nuovo blog, la bio avverte dicendo: “adesso siamo Repeller, piacere di conoscerti”. L’obiettivo è chiaramente quello di cancellare tutte le polemiche nate con Medine ed iniziare un nuovo corso. Ci provano a pubblicare post inclusivi, foto di ragazze di colore, però non ce la fanno. Forse è troppo tardi?

Man Repeller chiude i battenti edè Leandra ad annunciarlo sul suo profilo Instagram.

“Se qualcuno è alla ricerca di creatività e talento straordinario per favore scrivetemi. Sareste fortunati a lavorare con uno dei membri del team di Repeller che noi abbiamo dovuto lasciare andare”.

 

The Rules of Style by Lupita Nyong'o - Man Repeller | Fashion, African fashion, Women
Pinterest: the Rules of Style by Lupita Nyong’o – Man Repeller

 

Quello che impariamo dalla vicenda di Man Reperller è che oggi chiunque abbia una voce influente che si tratti di un blog, di un influencer o di un brand non può permettersi di non schierarsi su determinate tematiche. La responsabilità nei confronti del mercato e della società passa, non solo attraverso la presentazione di un nuovo prodotto o servizio, ma soprattutto attraverso la comunicazione di un messaggio che parli di valori universali.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp