Come individuare i giusti KPI per Facebook ADS

Impostare le campagne Facebook correttamente richiede preparazione e abilità affinché siano performanti, ma come valutare successivamente i dati raccolti per definire l’efficienza dei propri annunci?
I KPI sono i Key Performance Indicators, nonché letteralmente gli indicatori chiave di performance, e sono dei dati monitorati per valutare il successo di un’attività promozionale secondo l’obiettivo di business aziendale che va a soddisfare.

KPI e Metriche sono la stessa cosa?

Con il termine metrica si intende qualsiasi valore o indicatore che possa essere analizzato e quantificato, perciò si tratta di un concetto generico.
Al contrario, i KPI sono dei valori molto più specifici delle metriche, poiché prendono in considerazione gli obiettivi specifici della campagna da analizzare.

La scelta dei KPI delle campagne Facebook è un momento fondamentale per la costruzione delle stesse, poiché vanno identificati già in partenza i dati che potranno poi fornire un resoconto sull’andamento della campagna.

Ad esempio, se creiamo una campagna per ottenere la notorietà del brand, sarà fondamentale come KPI il dato che Facebook ci fornisce informandoci circa il numero di utenti che potrebbero ricordare l’inserzione della campagna se sottoposti ad un altro contenuto nell’arco dei due giorni successivi.
Non esiste una regola che abbini ad ogni obiettivo di campagna dei KPI specifici, in quanto vanno presi in considerazione anche altri aspetti aziendali, oltre che i cambiamenti riguardo ai dati da poter monitorare a seguito dell’aggiornamento per i sistemi iOS 14.

Solo una volta scelto l’obiettivo di marketing e convertito in obiettivo di campagna Facebook, potranno poi essere individuati i KPI più adatti.

Obiettivi SMART

Gli obiettivi da raggiungere con le proprie strategie devono essere sempre SMART, acronimo che sta per:

  • Specific (specifici): non generici ma chiari, ben definiti;
  • Measureable (misurabili): facilmente quantificabili con gli strumenti di analitica;
  • Achievable (raggiungibili): adatti ad essere raggiunti con il budget e gli strumenti a disposizione;
  • Relevant (rilevanti): in linea con la direzione generale della strategia dell’azienda;
  • Time Based (temporaneamente definiti): da poter raggiungere nel lasso di tempo a disposizione.

KPI nei Report pubblicitari

Per qualsiasi analisi dei dati dalle campagne Facebook è fondamentale aver correttamente installato il pixel sul proprio sito o su quello dei clienti, che siano siti vetrina, blog, e-commerce o anche app.

Direttamente all’interno di Facebook si possono creare dei Report pubblicitari da personalizzare, esportare, condividere e programmare in base alle necessità, da inviare in maniera ricorrente via e-mail. Le metriche da analizzare possono essere anche complesse e possono essere selezionati i KPI che combinano più metriche diverse, uniti a filtri e altre funzioni avanzate per una massima flessibilità.

Cos’è cambiato con l’ultimo aggiornamento iOS 14?

L’ultima novità vede protagonisti i sistemi iOS 14: gli utenti che utilizzano questi dispositivi possono liberamente decidere se essere tracciati dai pixel di Facebook o meno.
Cosa comporta? In questo modo, gli utenti non sono raggiungibili dal retargeting e non compaiono nei risultati delle campagne Facebook, i cui dati sono, per ovvie ragioni, drasticamente cambiati.
Ecco cos’altro è stato modificato:

  • Il dominio del sito web va verificato;
  • Si possono registrare solo 8 eventi di conversione su ogni dominio;
  • Le aste rimangono l’unica opzione di acquisto disponibile quando si creano inserzioni per dispositivi iOS;
  • Le finestre di attribuzione si hanno fino a 7 giorni dal click.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp