Lamborghini: le foto di Letizia Battaglia diventano terribilmente social

Accaduto nell’azienda automobilistica Audi, la scorsa estate, succede di nuovo, questa volta però a Palermo con Lamborghini attraverso una sequenza di fotografie, diffuse sul web per il progetto “With Italy, For Italy”: 21 fotografi di fama internazionale che raccontano le bellezze paesaggistiche d’Italia con modelli della famosa casa di automobili deluxe.

La causa del terribilmente social

Per la tappa siciliana Lamborghini sceglie Letizia Battaglia, fotografa italiana.

Battaglia ha realizzato degli shooting a ragazze minorenni insieme alle celebri auto, inserendole di volta in volta nei paesaggi siciliani, molto conosciuti e amati dai viaggiatori.

Le foto sono state pubblicate online dalla Lamborghini, in una vera e propria campagna pubblicitaria social, ma l’azienda è stata costretta a rimuoverle dopo le polemiche arrivate successivamente.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, avendole viste, ha chiesto la rimozione delle fotografie in questione, che invece sono ancora sul profilo ufficiale della fotografa Letizia Battaglia.

Letizia Battaglia per Lamborghini
Fonte: Motorvox

L’aver associato delle ragazzine con capelli biondi, fisici flessuosi alla supercar ha spinto il primo cittadino a esporsi veramente, spiegando che il Comune di Palermo non ha affatto autorizzato la campagna della Lamborghini, “attualmente presente sui social network con modalità che non condividiamo”.

La Lamborghini, a quanto detto dal sindaco, avrebbe presentato una richiesta per realizzare un “un grande progetto fotografico a finalità culturale e sociale per celebrare le bellezze d’Italia, esaltandone le qualità e l’identità”.

Lamborghini con le bambine a Palermo
Fonte: Everyeye Auto

Orlando ha scritto una lettera aperta a Letizia Battaglia, unica autrice degli scatti alle bambine, oggetto della campagna pubblicitaria Lamborghini.

“Nella Giornata mondiale dell’infanzia ho dovuto confrontarmi con il rispetto dei diritti dei bambini e con la libertà dell’artista”. Orlando ha comunque sottolineato la sua “grandissima ammirazione e gratitudine per la Tua attività artistica e per il tuo impegno civile, sempre attenti alle bambine, ai loro diritti troppe volte mortificati, e sempre amorevolmente attenti alla nostra Città”.

 Lamborghini a Palermo
Fonte: La voce di New York

L’azienda si è difesa dall’attacco del primo cittadino attraverso una nota ufficiale, in cui ha spiegato che “quando abbiamo deciso di coinvolgere Letizia Battaglia eravamo consapevoli della forza e della potenza delle sue immagini, lei che, nella sua lunga carriera come fotografa, ha trattato temi di attualità e sempre molto delicati”.

La campagna Lamborghini non riuscita

Che di tutto questo se ne parli non è altro che un bene. Ed è un bene che si mettano in discussione non solo cliché negativi, non solo significati nascosti e diverse interpretazioni legate al fenomeno ma anche riscontri di diverso tipo per comprendere l’avvenimento effettivo che scatena ed ha scatenato  problematiche di questo spessore.

E il caro e vecchio “purché se ne parli”? La reputazione di un marchio è un valore da custodire, da coltivare con estrema cura, lavorando su fronti diversificati e sulle proprie campagne da realizzare che però questa volta, un colosso come Lamborghini, non è riuscito a portare avanti e a concludere.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp