I principali trend visual del 2021

Ci siamo lasciati alle spalle un anno difficile, caratterizzato da tanti cambiamenti che hanno sconvolto la vita di molte persone. Il 2021, però, si apre come un anno di speranza e di riconquista della normalità. Per questo motivo, molti brand e web designer hanno ridefinito i loro stili visuali, cercando di trasmettere ai clienti messaggi di ottimismo, positività e rinascita.

Ricerca del benessere

Mai come in questo periodo i consumatori sono alla continua ricerca del benessere e i brand lo hanno compreso. Infatti, sono sempre più numerose le aziende che utilizzano immagini che richiamano la cura quotidiana della persona, sia fisica che mentale, per sponsorizzare i propri prodotti. Basti pensare alle tante campagne che raccontano come prendersi cura del proprio corpo o come avere uno stile di vita sano.

Viso donna
Fonte: Donnamoderna

Il richiamo della natura

Tra i nuovi  trend visuali ritroviamo diversi contenuti in cui c’è un forte richiamo agli elementi naturali. In particolare, vengono prediletti trame o colori che ricordano la terra, le foglie e il legno.

Oltre alle palette che riprendono indirettamente gli elementi naturali, molti grafici hanno scelto di utilizzare per i loro siti web foto che rappresentano evidenti ambienti naturalistici. In questo modo, si cerca di far evadere il consumatore in un mondo incontaminato, che gli permetta di ridurre lo stress e ritrovare la sua calma interiore.

Realtà senza filtri

Sempre più consumatori ritengono importante che i brand abbiano una posizione precisa riguardo importanti tematiche sociali come: l’inclusione, la discriminazione o la sostenibilità.

I marchi hanno deciso di rispondere alle nuove richieste degli utenti attraverso gli elementi grafici presenti nelle loro campagne comunicative. Ad esempio, immagini che raccontano la vita quotidiana senza filtri hanno rubato la scena alle ambientazioni idilliache che ci facevano sognare.

Vita quotidiana
Fonte: starbene

Video “No perditempo”

Il 2020 è stato l’anno in cui TikTok è entrato nella scena mondiale portando al successo video brevi e di impatto, l’anno delle stories di 15 secondi su Instagram e l’anno in cui gli  utenti si sono abituati a vedere video di pochi secondi creati con uno smartphone.

Per questo motivo, i diversi marchi hanno dovuto abbandonare i video in modalità “carosello” e hanno sfruttato questa nuova modalità di fruizione dei contenuti per sponsorizzare i propri prodotti in pochissimi secondi.

tik tok
Fonte: mobilemarketingitalia

Non solo immagini

Come si evince dal trend precedente, il movimento e il dinamismo sono centrali per coinvolgere e convincere  il consumatore. Le aziende, per differenziarsi, non utilizzano più immagini statiche prive di suoni, ma cercano di comunicare in modo da coinvolgere l’utente a 360 gradi. L’audio è diventato un elemento centrale per le aziende che vogliono entrare nella mente del consumatore.

Non a caso, troviamo sempre più applicazioni con effetti sonori accattivanti o tracce musicali all’interno dei siti web.

Showtown
fonte: creativeboom

L’aspetto ludico per coinvolgere e raccontarsi

Per mantenere l’attenzione degli utenti, i web designer hanno cercato di inserire nei loro contenuti elementi tipici del gioco, con soggetti animati o con vere e proprie sfide. In questo modo il consumatore diventa attivo e crea una relazione più duratura con l’azienda.

In linea con questi obiettivi, le imprese cercano di farsi conoscere attraverso un fumetto o un cartone animato, creato coerentemente con l’identità aziendale.

gamification

Questi sono solo alcuni dei visual trend che renderanno più accattivanti i contenuti comunicativi dei brand. Ogni graphic designer, però, sa bene che non deve mai dimenticare di comunicare l’essenza che rende unica una marca. Per questo motivo dovrà creare contenuti graficamente innovativi, rimanendo sempre coerente con le caratteristiche che contraddistinguono un’azienda.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp