La gender equality secondo Lego: la campagna “What It Is Is Beautiful”

È nel 1981 che Lego, azienda danese di giocattoli fondata nel 1932 da Ole Kirk Christiansen, ha lanciato la campagna intitolata “What It Is Is Beautiful” (tradotto: “Sia quel che sia, è bello”).

Protagoniste dell’iniziativa sono state alcune bambine “costruttrici” che, immortalate in una foto, mostrano fiere e sorridenti le loro ingegnose realizzazioni composte dai mattoncini colorati con sovraimpresso il motto già citato. L’obiettivo? Abbattere lo stereotipo che solo ai maschietti possano interessare i Lego e il loro utilizzo ludico.

Il frame originale della campagna del 1981. Fonte: Lego

La versione del 2021

In occasione della Giornata Internazionale della Donna del 2021, la società danese ha voluto riproporre la stessa pubblicità per esaltare l’abilità, gli interessi e il potenziale creativo delle bambine contemporanee, parte fondamentale del mondo. L’intento del Gruppo Lego è quello di incoraggiare e sostenere le future donne a diventare modelli da imitare e artefici di un cambiamento a lungo termine, a prescindere dai loro interessi e aspirazioni.

Nella versione aggiornata, spicca la declinazione digitale che rende interattiva la campagna: i genitori hanno la possibilità di inviare sulla piattaforma “Future builders” le foto delle proprie bambine insieme alle loro costruzioni Lego, con allegata una breve descrizione dell’approccio creativo. A processo concluso, i partecipanti riceveranno via email un poster che ricalca lo stile della pubblicità anni ’80, da condividere con l’hashtag #LEGOFutureBuilders.

Una delle versioni attuali della campagna Lego. Fonte: Lego

L’importanza del genere femminile secondo Lego

Julia Goldin, Global Chief Product and Marketing Officer di Lego, ha affermato:

“Noi del gruppo Lego pensiamo che i bambini siano dei punti di riferimento, infatti prendiamo ispirazione da loro ogni giorno e vogliamo aiutarli nell’eliminare gli stereotipi di genere per creare opportunità per tutti. Celebrare una persona la rafforza e, attraverso questa campagna, Lego, con l’aiuto di genitori e di caregiver, vuole festeggiare le capacità e il potenziale creativo delle bambine di oggi, la prossima generazione di splendide leader!”.

Inoltre l’azienda danese ha aderito ai principi dell’empowerment femminile delle Nazioni Unite per sostenere l’uguaglianza di genere e incoraggiare un numero maggiore di giovani donne a credere di poter raggiungere qualsiasi obiettivo.

Un cambiamento necessario e inevitabile che deve partire dalla tenera età per contribuire a un futuro più equo e socialmente giusto.

+8
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp