Marketing e Digital Design possono collaborare?

Nell’era della Digital Transformation le figure del consumatore e dell’utente si fondono al punto tale da accedere ai prodotti e ai servizi di un brand attraverso dei touchpoint, ovvero punti di contatto con il marchio. Le barriere dell’offline e del digitale si abbattono ed ecco che mentre le persone cominciano a ripopolare gli spazi fisici, sono anche costantemente connesse.

In che modo i brand possono avvicinarsi a questi nuovi customer regalando loro un’esperienza a 360° che li coinvolga sia in contesti offline che online? Grazie al Design. Sempre più Chief Marketing Officer scelgono infatti di collaborare con designer, ancor di più se Digital Artists in grado di utilizzare il 3D e il Digital Design per coinvolgere sempre di più i consumatori.

zara shane fu

Il Digital Design

Il termine indica la progettazione grafica di contenuti nel mondo del web tra cui siti, app, landing pages, tutti orientati ad una perfetta user experience. Oggi riguarda tutti i canali digitali in cui sono presenti utenti a cui poter offrire una varietà di contenuti grafici, ma anche prevedere una certa coerenza sia grafica che stilistica per essere riconoscibile come unico brand. Anche i social network sono stati “conquistati” dal Design Digitale, che conferisce loro un grande valore aggiunto: una progettazione dinamica e modernissima studiata appositamente per le piattaforme che crea un potentissimo engagement con l’utente.

La vetrina 3D di ZARA

Il colosso del fashion spagnolo, da sempre impegnato nel lancio di nuovi trend sia a livello di mercato e prodotti, che di strategie di comunicazione, ha collaborato con l’artista e designer Shane Fu per la creazione di una Digital Design Experience che coinvolgeva lo store del brand di Soho (NYC). Il designer ha lavorato sullo spazio reale del negozio e successivamente nella post-produzione, inserendo un effetto 3D.

L’effetto ottenuto ha letteralmente lasciato a bocca aperta i follower del profilo Instagram del brand. La reazione degli utenti è stata sorprendente: il video è diventato virale con oltre 2 milioni di like e 25 mila commenti. In tanti si sono chiesti come fosse possibile un effetto del genere e soprattutto se fosse visibile anche dal vivo.

Questo caso mostra come grazie all’utilizzo del Digital Design si possano realizzare vere e proprie esperienze che creano aspettativa e incuriosiscono il consumatore. Questa strategia è denominata Marketing Hype.

La produzione Digital Design di Shane Fu

Il designer del reel di Zara è un artista cinese nato a Wuhan e formatosi alla Boston University, sul suo sito si definisce così:

“Praticante del linguaggio visivo e della grafica del computer. Sempre in creazione”.

Attualmente vive a New York, città in cui crea la maggior parte dei suoi progetti. È conosciuto nel settore soprattutto per le sue incredibili illusioni ottiche. Le sue opere, create con tecnologia 3D, esplorano il design esperienziale grazie all’utilizzo di un’insieme di colori sgargianti capaci di ipnotizzare l’utente.

L’artista si ispira alla matematica e ai fenomeni della vita reale. Le sue opere sono spesso un’investigazione e un approfondimento del regno dell’iperrealismo e questa capacità di fondere la grafica digitale nella realtà lo rende un artista unico.

In linea con la diffusione del Design Digitale durante il periodo di pandemia di Covid-19, il lavoro di Shane Fu è collegato al momento complesso che sta vivendo il mondo. In un’intervista rilasciata a NeoFeed racconta infatti:

“La pandemia è in realtà parte del motivo per cui ho iniziato a creare quei pezzi che funzionano come arte di strada digitale. L’intenzione è che le persone vedano qualcosa di straordinario e affascinante all’esterno, quando la città e le strade sono vuote”.

Il caso BMW USA

Tra i tanti lavori del designer Shane Fu troviamo una collaborazione con BMW USA. Questa volta il design mette al centro il prodotto del brand una BMW iX e realizza un effetto in digital 3D grazie al quale, dopo essere stata ricoperta d’acqua, la macchina si svela in tutta la sua forza.

Polar Museum: l’esperienza del wow

Proseguendo con i lavori di Fu, troviamo la realizzazione di un’opera su misura per il Museo Polare norvegese: un acquario colmo di pinguini giganti creati con la tecnologia del Design Digitale in 3D.

Anche in questo caso il video pubblicato online sul profilo del designer ha generato un’estrema curiosità negli utenti e circa 22 mila like.

Louis Vuitton sperimenta il Digital Design

L’ultima collaborazione di Shane Fu insieme all’agenzia Reference riguarda il mercato del lusso. Il brand di moda francese sperimenta il Design Digitale proprio nella vetrina del loro store posizionato sulla 5th avenue di New York.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ShaneF Motion Design (@shanef3d)

L’agenzia Reference dal suo profilo Instagram spiega così la collaborazione:

“Nel tentativo di esplorare la fusione tra fisico/digitale e il suo impatto sull’esperienza di vendita al dettaglio del futuro, abbiamo creato questo esperimento per il negozio 5th avenue di Louis Vuitton. Le tecnologie incentrate sull’uomo del futuro consentiranno alla realtà aumentata di diventare un luogo comune in un’esperienza immersiva e senza soluzione di continuità”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Reference (@_reference)

I casi analizzati dimostrano come, seppur con modalità diverse, il Digital Design è sempre più presente nelle strategie di Marketing e probabilmente lo sarà anche in quelle del futuro. Infatti, l’effetto di novità e curiosità che le opere di Digital Design scaturiscono nelle persone spiegano perché molti marchi vogliano integrare questa strategia nelle loro campagne.

È un modo per andare incontro all’innovazione, creare dinamismo e stupire i consumatori, conquistarli e farli diventare brand lover del proprio brand.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp