Il mondo digitale della Milano Fashion Week 2021

Nonostante tutte le difficoltà anche quest’anno la Milano Fashion Week 2021 avrà luogo, non nella capitale della moda italiana ma sui nostri schermi, in versione digital.

Dal 23 febbraio al 1 marzo andrà in onda la Milano Fashion Week autunno inverno 2021, visibile grazie ad una piattaforma dedicata e ai social network dell’evento. Una situazione difficile, dunque, che ha imposto un radicale cambiamento al settore che ha dovuto adattarsi ad un mondo dove ormai il digitale è pane quotidiano.

Il calendario milanese di questa stagione sarà estremamente ricco: 61 sfilate, tra cui solo una in presenza il 24 Febbraio, 57 presentazioni (42 in formato digitale e solo 15 dal vivo), per un totale di ben 124 appuntamenti.

sfilata
Fonte: vogue.it

Sostenibilità e inclusione

Le sfilate saranno visibili sul sito ufficiale della CNMI. Ad aprire l’evento sarà un video omaggio al Presidente Onorario della Camera Nazionale della Moda Italiana, Beppe Modenese, scomparso a metà Novembre 2020. Si tratta di un video diretto e curato dal regista Beniamino Barrese (conosciuto per il documentario “La scomparsa di mia madre” candidato agli European Film Awards 2019).

Questo grande evento rappresenta anche un’occasione per parlare di sostenibilità ed inclusione. Sul sito web della Camera Nazionale della Moda Italiana sarà presente la stanza Designer for The Planet dedicata alla sostenibilità ambientale dove sarà possibile scoprire le collezioni di una serie di brand italiani emergenti.

Inoltre, saranno presenti 5 stilisti del collettivo Black Lives Matter in Italian Fashion”, fondato dai designer Stella Jean e Edward Buchanan  e Michelle Francine Ngomo per promuovere l’inclusione e l’abbattimento delle barriere razziali nel settore della moda.

Michelle Francine Ngomo, cofondatrice del collettivo ha dichiarato:

 “È eccezionale, è un segnale molto forte da parte della Camera della Moda Italiana. Siamo noi a fare tendenza. Ora la CNMI è pronta ad ascoltarci”.

Uno spazio nuovo per i giovani talenti

Parte dell’evento sarà dedicata anche ai giovani brand del Made in Italy, consolidando così la cooperazione tra la Camera Nazionale della Moda Italiana e la Rinascente, al fine di promuovere giovani stilisti italiani emergenti. Alcuni dei nomi di spicco: Marco Rambaldi; Fantabody; Vitelli; Gentile Catone e Themoirè.

Il Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa afferma:

“Sono molto felice di vedere anche per questa Fashion Week la partecipazione di molti nostri soci e la presenza di nuovi brand, a sottolineare l’importanza e la valenza della settimana della moda di Milano sia pure in un momento così difficile per la nostra industria”.

Un’edizione della Milano Fashion Week all’insegna della digitalizzazione, sempre più attenta a tematiche importanti e attuali, ancora una volta il mondo della moda ci sorprende e mostra di essere capace di sperimentare nuovi linguaggi reinventandosi attraverso creatività e versatilità.

+1
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Wine
Comunicazione

Il vino nel mondo del digital

Ormai lo sappiamo: il 2020 è stato l’anno della rivoluzione digitale. Un mondo che stava già crescendo in autonomia, ha avuto il grande boom durante

Leggi »
Green World
Comunicazione

Brand activism: quando l’azienda si fa green

Il brand activism è l’impegno concreto dell’azienda di assumersi responsabilità in ambito sociale per partecipare al raggiungimento del bene comune. Per raggiungere tale scopo, l’organizzazione

Leggi »