Netflix celebra la produzione Made in Italy

Al centro del nuovo spot di Netflix questa volta si trova l’Italia.

Netflix ha deciso di celebrare le produzioni originali Made in Italy della piattaforma con uno spot dalla durata di 60 secondi, scegliendo una colonna sonora tutta italiana, l’emozionante Experience di Ludovico Einaudi, puntando nuovamente sul potere dello storytelling.

L’obiettivo dello spot è quello di valorizzare le più recenti produzioni del nostro territorio realizzate dalla piattaforma streaming americana, molte delle quali sono basate su storie realmente accadute nel nostro Paese.

Il potere dello storytelling

L’azienda di streaming ha scelto precise parole per accompagnare lo spettatore durante la visione del nuovo spot:

«Una vacanza che non ti scordi; un papà su cui contare; una serata su di giri; una domenica da ricordare; una famiglia diversa; un ultimo abbraccio; un’impresa che sembrava impossibile».

Nello spot si riconoscono, in un susseguirsi di immagini, spezzoni delle più recenti e affermate produzioni cinematografiche Netflix prodotte in Italia, tra cui il docu-film “Sulla mia pelle” diretto da Alessio Cremonini che racconta la drammatica storia di Stefano Cucchi, la serie Ultras di Francesco Lettieri; L’Isola delle Rose diretto da Sydney Sibilia, La vita davanti a sé di Edoardo Ponti, La Bestia e ancora Sotto il sole di Riccione.

Grazie all’accurata scelta delle parole, l’emozionante colonna sonora e i film che più hanno coinvolto il publico italiano, la tecnica dello storytelling è risultata vincente ancora una volta, in quanto riesce sin da subito a coinvolgere lo spettatore nel modo più empatico possibile.

Lo spot conclude con la frase «In Italia le grandi storie esistono già. Basta solo raccontarle», sottolineando la grande qualità delle nostre produzioni anche a confronto con i paesi leader del mondo della cinematografia come gli Stati Uniti.

Netflix Italia
Fonte: Netflix Italia

La frase conclusiva dello spot sembra essere anche una velata provocazione: se da una parte, Netflix vuole celebrare il Bel Paese, dall’altra si percepisce una lieve critica a chi quelle grandi storie avrebbe dovuto raccontarle e, invece, non lo ha fatto.

La piattaforma di film on demand è sicuramente riuscita a rendere più internazionali le storie e la produzione italiana, appassionando utenti nel nostro Paese e di tutto il mondo.

+9
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp