Nike e Ikea puntano alla rivoluzione del design per la vendita al dettaglio in store

I grandi marchi stanno facendo gli straordinari per ridisegnare l’esperienza di acquisto offline. Ne è un esempio Nike, azienda che da sempre si è contraddistinta per la customer experience, una strategia basata sul coinvolgimento e sull’emozione del consumatore, una sorta di Marketing Esperienziale mirato a far sentire l’utente un’atleta, capace di affrontare le sfide della vita.

“Se hai un corpo, sei un atleta.” Afferma Bill Bowerman, Cofondatore della Nike.

Il nuovo progetto Nike Unite

Nike ha deciso di lanciare un nuovo concept, i suoi negozi Nike Unite, creati appositamente per aiutare i consumatori locali a trovare un punto di contatto con lo sport. I negozi sono realizzati e customizzati in base al contesto sociale, geografico e culturale, quindi si può dire che richiamino quello che viene definito Community Store.

Nike Unite
Nike Unite. Fonte: Nike

Nike Unite nasce per servire e celebrare le persone in ogni comunità locale e ogni punto vendita è progettato per creare condivisione ed emozione in loro.
I consumatori vengono accolti da una bacheca della comunità in store che evidenzia il team del negozio, le partnership locali e gli elementi di design in tutto lo spazio cercano anche di raccontare la storia della comunità.

Nike
Nike Unite Store. Fonte: Nike

I prodotti in ogni Nike Unite riflettono elementi essenziali per tutti i giorni, curati localmente al miglior prezzo, abbinati alla novità di offerte stagionali selezionate. Inoltre, le porte degli store riflettono l’impegno dell’azienda nell’assumere persone che vivono nella comunità locale.

Negozi Nike
Nike Unite Store

Online e Offline, i negozi offrono nuovi modi per prepararsi e muoversi insieme. Che si tratti di servire gli atleti negli spazi digitali che parlano con loro, sostenere scuole locali e le organizzazioni non profit che offrono ai bambini maggiori opportunità di rimanere attivi attraverso Made to Play o partecipare al programma Nike Community Ambassador, che forma i dipendenti dei negozi come allenatori. Queste misure consentono ai nuovi concept Nike Unite di avvicinare i membri allo sport e gli uni agli altri.

Ikea del futuro

Anche Ikea, un marchio famoso per i suoi enormi negozi di destinazione e le sue deliziose polpette svedesi, si sta allontanando dal modello dei grandi.
L’azienda sta ricreando la sua strategia di negozio per includere luoghi urbani e persino negozi di quartiere specializzati in servizi di progettazione o che fungono da luoghi per ritirare gli ordini effettuati online.
Ikea, dunque, mira ad avere tutti e tre i format in cinque città chiave entro il 2024.

Ikea
Ikea verso il futuro. Fonte: Ikea

“Stiamo creando un’Ikea per il futuro”, ha dichiarato in un’intervista Javier Quinones, Country Manager di Ikea.

Ikea è l’unico player di lunga data a voler modificare la sua presenza fisica. Anche i negozi di alimentari, famosi per un design del tutto familiare, stanno tentando di innovarsi.
Ciò si può dedurre dalla crescente proliferazione di opzioni di acquisto online per la consegna o il ritiro a bordo strada, l’espansione di carrelli intelligenti e altri strumenti ad alta tecnologia  e persino la riprogettazione della struttura fisica stessa.
Ne è un esempio 7-Eleven, che dei suoi concept store Evolutions evidenzia le iniziative digitali come la tecnologia di pagamento mobile, consentendo agli shopper di saltare la fila alla cassa e pagare per i loro acquisti tramite smartphone, così come l’app di consegna 7NOW, che consente di ricevere gli articoli o ordinare in anticipo per ritirarli.

Il Marketing Esperienziale come strategia vincente

Le iniziative intraprese da Nike e Ikea sono dei grandi esempi di Marketing Esperienziale, improntati principalmente sul focus del concept store con l’obiettivo di offrire al consumatore finale un’esperienza unica e personalizzata.
Perché in fondo a tutti piace sentirsi parte di qualcosa o di qualcuno ed è proprio per questo motivo che, ad oggi, coinvolgimento ed emozioni rappresentano l’alternativa vincente per i brand.

+8
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp