Spotify promuove il comfort in ufficio e la parità di genere

Spotify si mostra sempre più un’azienda attenta a temi importanti come l’ambiente lavorativo e la gender equality. Tra le ultime iniziative, infatti, troviamo il redesign degli uffici e la creazione di una piattaforma tutta al femminile.

Il design degli spazi post-pandemia

A seguito della situazione pandemica, Spotify ha deciso di cambiare il proprio approccio anche in vista di un ritorno alla normalità. L’azienda infatti ha in mente di garantire ai dipendenti la possibilità di lavorare sia da casa che dall’ufficio una volta sconfitto il Covid-19, riprogettando parte dei locali, in modo tale da renderli più accoglienti e vicini ai comfort di casa.

Spotify offices-smarTalks
Uffici di Spotify. Fonte: dezeen

Via libera dunque a divani, scrivanie vicino alle finestre e casse per la musica durante il lavoro. Ciò non è realizzato a caso. Infatti il nuovo design permette di incrementare le relazioni tra le persone, uscendo così dagli schemi tradizionali e stimolando la creatività. Inoltre, non solo garantisce maggiore flessibilità, ma aumenta anche l’engagement dei lavoratori stessi.

EQUAL: la piattaforma tutta al femminile

Rimanendo fedele alla sua vision di creare una piattaforma che permetta agli artisti di essere liberi da qualsiasi restrizione, Spotify ha deciso di lanciare in America una piattaforma tutta al femminile chiamata EQUAL.

Questa permette ai fan di interagire direttamente con artisti femminili e con il loro contenuto musicale al fine di aiutare ad aumentare la consapevolezza tra i fan ed avere un impatto sulle future generazioni.

La piattaforma di streaming crea una vera e propria classifica data dal numero di streams. Ad oggi, domina su tutte le altre Taylor Swift con più di 2.3 miliardi di streams, seguita dalle giovani cantanti Ariana Grande e Dua Lipa.

Tuttavia Spotify non si limita solo a questo, in quanto ha deciso di promuovere anche i migliori podcast di autrici femminili del calibro di Crime Junkie condotto da Ashley Flowers di Indianapolis e dalla sua amica d’infanzia Brit Prawat, seguite dalla serie Call Her Daddy di Alex Cooper.

Top-streamed women artist globally
Fonte: Arab News

Sebbene il lancio di EQUAL sia avvenuto in onore della Giornata internazionale della donna, l’intenzione dell’azienda è quella di rendere permanente la piattaforma. Così, al fine di implementare ulteriormente lo sforzo verso la parità di genere, Spotify ha deciso che a dirigere la campagna saranno 15 organizzazioni legate a questo importante tema e provenienti da tutto il mondo.

Un’attenzione ad aspetti umani e sociali

Secondo Marian Dicus, Vice Presidente e Global Co-head del settore musicale di Spotify:

“Gli audio che ascoltiamo ogni giorno dovrebbero riflettere la diversità del mondo in cui viviamo e le donne dovrebbero meritare di vedere e sentire sè stesse sempre rappresentate. Sappiamo che c’è ancora molto lavoro da fare sia nell’industria musicale che in azienda, ma ci vogliamo impegnare per rappresentare un driver di reale progresso sia fuori che dentro l’azienda.”

Ciò che emerge è il forte interesse che l’azienda mostra verso la dimensione umana e sociale sia nei luoghi di lavoro che nella società stessa, al punto di voler lanciare anche un’app per tracciare le emozioni degli utenti. Ad ogni modo, la proattività di Spotify è innegabile, e  perciò ci si aspetta iniziative sempre più numerose e attuali.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp