TikTok marketing, il nuovo modo di fare business delle aziende

TikTok, il social di un anno che difficilmente verrà dimenticato. Oltre a “pandemia“, una delle parole più ricorrenti è stato proprio il nome di questo popolarissimo Social Network, utilizzato prevalentemente dalla Generazione Z.

Occorre però approfondire che cosa sia davvero TikTok e soprattutto cosa significa fare marketing tramite questo strumento.

Cos’è TikTok?

Si tratta di un social network nato nel 2016 dalla mente dell’imprenditore cinese Zhang Yiming. L’app consente di scorrere, creare e guardare brevi video amatoriali modificabili con centinai di filtri ed effetti speciali. La sua semplicità lo rende fruibile a tutti i tipi di utenti, anche a quelli che hanno scarsa dimestichezza nel montaggio dei filmati, ma vogliono comunque provare a cimentarsi in questa attività.

Il pezzo forte dell’App è sicuramente la grande libreria musicale che mette a disposizione dei propri utenti per agire sui video realizzati: non bisogna dimenticare infatti che il social è l’evoluzione di un’altra app in cui la musica era un elemento fondamentale, Musical.ly, il cui founder è ora vice presidente senior di TikTok.

Tik tok music
Musica su TikTok. Fonte: Unsplash

Quali sono le caratteristiche di TikTok

Prima di tutto una delle peculiarità di questo strumento consiste nella mancanza di una procedura di registrazione per accedere alla piattaforma. Se infatti si vuole solamente fruire dei contenuti e regalarsi qualche attimo di relax fra musica, video brevi e divertenti non è necessario creare un account. La realizzazione dei contenuti richiede invece l’accesso previa registrazione.

Come tutti i social network, anche in TikTok si può interagire con gli altri utenti, ma in particolare su questo social si è indotti a scambiarsi informazioni in maniera molto attiva, ovvero generando video di risposta. Insomma, non ci si limita ad un semplice “like“.

In TikTok il commento prende vita, trasformandosi spesso in dei veri “botta e risposta” che si traducono in replicare i gesti appena visti in un filmato, oppure proseguirne l’attività sulle note della stessa canzone, facendo dei veri duetti digitali a distanza con utenti sconosciuti.

Gli hasthtag su TikTok

Gli hashtag sono presenti anche su TikTok, e questo non deve stupire. Tuttavia ancora una volta è il loro utilizzo a renderli unici: se su Instagram un hashtag viene usato per rendere reperibile un contenuto sul feed, aggiungere valore ed una sorta di descrizione ai post, su TikTok gli hashtag sono usati per creare delle challenge.

La piattaforma utilizza il cosiddetto Lip – Sync: il movimento delle labbra dell’utente è completamente sincronizzato con il testo della canzone o con quello del doppiaggio che il video propone aumentandone l’ilarità e la chance di diventare virale.

Un altro aspetto unico di TikTok è il suo feed poco impegnativo. Mentre predecessori come Facebook ed Instagram implicavano una richiesta di amicizia o la richiesta di follow per raccogliere utenti di cui vedere foto, post e video, su TikTok tutto il mondo è a distanza di uno scroll.

I video visualizzati nel feed infatti non sono degli “amici” di un account, ma al contrario sono regolati da un’intelligenza artificiale che in una prima fase mostra solo i video di tendenza e quelli di utenti vicini, poi studia gli interessi in base all’attività di un certo profilo-utente per mostrargli video più in linea con le sue corde.

Tik tok marketing
Tiktok marketing. Fonte:lessingflynn.com

Il marketing su TikTok

Questo social è una vera e propria macchina da guerra di cui disporre in una strategia di marketing. Ma come mai questa piattaforma a stampo così umoristico è un alleato tanto prezioso per un brand?

Secondo una stima di Hootsuite, TikTok è la sesta App mobile più scaricata al mondo. Questo si traduce con un utilizzo massivo da parte degli utenti, soprattutto delle generazioni più giovani. Perché? Grazie al coinvolgimento suscitato. L’attenzione degli utenti in un mondo pieno di contenuti è sempre più precaria e difficile da catturare, e la piattaforma cinese sembra essere una grande fonte di engagement.

Inoltre questa piattaforma è virale, un altro elemento che i brand cercano per raggiungere un numero sempre crescente di utenti e mantenere la loro attenzione. È lo strumento ideale per quelle aziende che vogliono fare Unconventional marketing.

L’utente al centro

TikTok è il mezzo perfetto per creare la UGC, ovvero lo User Generated Content. I contenuti generati da utenti, agli occhi degli altri user hanno maggiore valore: sono la Social Proof più genuina a cui un brand possa aspirare e ad un costo bassissimo.

Ricollegandosi al punto precedente, il social cinese è il terreno perfetto per trovare i propri influencer. Non si parla solo di personaggi già famosi, ma anche di utenti anonimi con un gran numero di visualizzazioni: un modo innovativo di fare influencer marketing.

Fra questi user infatti, non sono pochi quelli che indossano le loro scarpe preferite mentre si dilettano nella creazione di video, o indossano la loro marca prediletta di orologi, portano la maglietta della loro squadra del cuore o parlano dello smartphone con cui si riprendono, proponendosi quasi spontaneamente come Brand Ambassador.

Si fanno inconsapevolmente garanti della Brand reputation dei loro marchi preferiti.

Come fare marketing su TikTok

Una volta compresa la portata di questa piattaforma, bisogna elaborare la strategia giusta. Occorre partire con l’analisi del proprio target come sempre e valutare se è presente sulla piattaforma.

Una volta compreso ciò, si deve creare un account, ottimizzandolo con un logo nitido come immagine di profilo, nome preciso ed inconfondibile, insieme a un url contenente il sito della propria azienda. Piccole prassi banali ma fondamentali per guadagnarsi l’attenzione e la fiducia dell’utente.

Creare un piano editoriale e fare sì che includa anche collaborazioni con altri utenti e brand è fondamentale. I contenuti su TikTok in un piano strategico per un’azienda, potrebbero essere soprattutto di tipo hub, ovvero quelli in cui si spiega come utilizzare al meglio il prodotto, oppure quelli che mostrano i retroscena del brand (come sono ad esempio i dipendenti sul loro posto di lavoro).

Altri suggerimenti

Scegliere l’orario di pubblicazione dei contenuti con criterio è un altro step per fare marketing su TikTok. Il pubblico principale è la gen Z che è attiva soprattutto nel weekend e nel pomeriggio e sono due elementi fondamentali da considerare per un brand.

Un’altra linea guida è quella di creare un hashtag personale, con cui lanciare poi le challenge e rendersi famosi sulla piattaforma. Questo mezzo è un ingrediente fondamentale perché il brand sia memorabile.

Trovare inoltre hashtag affini al proprio brand è altrettanto importante nell’ottica di seguire le altre challenge di settore e tenersi informati sulle attività dei competitors.

Per i brand più grandi, si può pensare di inserire anche una strategia di Tik Tok Ads. Bisogna anticipare che i contenuti sponsorizzati sono leggermente più costosi della media: il CPM medio della piattaforma si aggira intorno ai 10 dollari, quasi il doppio di quello di Facebook.

tiktok-marketing brand awareness
Tiktok marketing brand awareness. Fonte:semrush

Aziende interessanti da seguire su TikTok

Alcune aziende hanno saputo viaggiare subito in prima linea sui binari di questa piattaforma, lanciando canali che possono essere d’esempio a chi vuole includere TikTok nella sua strategia di marketing.

In primis è giusto menzionare Sephora: il canale del noto brand di make up ha creato video di grande valore, soprattutto nell’ambito dei tutorial di trucco. Qui ci sono anche dei consigli proprio su come truccarsi a seconda delle occasioni, tips su prodotti facilmente abbinabili fra loro e informazioni su nuovi lanci: il paradiso per le amanti del make up.

Sephora tik tok
Sephora TikTok marketing. Fonte: sephora.com

Un altro canale che si è fatto senza dubbio notare è quello di Guess. Il noto brand di abbigliamento ha infatti lanciato una sfida con l’hashtag  #InMyDenim, che in poco tempo gli ha permesso di raggiungere 46 milioni di utenti. Come si può intuire la sfida era quella di far vedere il proprio look, rigorosamente in versione denim, e condividerlo con altri utenti.

Spostandoci su un altro tema, un altro grande successo è stato quello di Gymshark: l’azienda ha saputo abilmente alternare video di allenamento e di meme, creando così dei contenuti memorabili in un perfetto mix di ironia ed educazione sportiva.

Un aiuto è venuto sicuramente dalla necessità di mantenersi in forma in casa nata durante la pandemia, ma il brand ha saputo cavalcarla abilmente.

gymshark tiktok
Gymshark TikTok marketing. Fonte:springwise.com

Un esempio tutto italiano viene invece da casa Inter. La squadra di calcio infatti ha un canale in cui oltre a mostrare gli highlights del momento, pubblica anche i successi del passato, le strategie vincenti, interviste e video con grandi campioni. Ha insomma trovato un modo per sentirsi vicina ai propri tifosi in un momento difficile per lo sport.

Una nuova alternativa

In conclusione dunque TikTok rappresenta una grande opportunità per i brand che vogliono esplorare nuovi orizzonti di marketing, oltre ad essere uno dei social più forti del momento. È importante valutare se il business in questione potrebbe avere successo sul social, considerata l’età molto giovane del pubblico.

Tuttavia se chi legge è un professionista del marketing o solo appassionato di social media, è bene sapere che si tratta sicuramente di una piattaforma da tenere sottocchio fra i trend del 2021.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Facebook
Advertising

Come individuare i giusti KPI per Facebook ADS

Impostare le campagne Facebook correttamente richiede preparazione e abilità affinché siano performanti, ma come valutare successivamente i dati raccolti per definire l’efficienza dei propri annunci?

Leggi »