WhatsApp entra nell’eCommerce: nasce il tasto shopping

In un momento di grande crisi dei consumi c’è chi coglie opportunità: WhatsApp Business si prepara ad entrare di diritto nel mondo delle vendite online.

Nelle prossime settimane infatti verranno aggiunte nuove funzioni:

  1. Il pulsante per lo shopping,
  2. l’acquisto in-app con pagamenti senza uscita dalla piattaforma,
  3. il potenziamento del customer care.

Ecco le parole di un portavoce di WhatsApp:

“In vista di una stagione natalizia diversa dalle precedenti, in cui le persone necessiteranno di fare acquisti in modo efficiente e le aziende avranno bisogno di strumenti digitali per il loro business, vogliamo rendere l’esperienza dello shopping ancora migliore”.

whatsapp shopping
Whatsapp business inserisce il pulsante shopping. Fonte immagine Pixabay

Come funziona?

Il tasto shopping comparirà nelle chat con utenti business al posto dell’icona videochiamata e permetterà di acquistare direttamente dal catalogo di un’azienda su WhatsApp facilitando gli utenti a trovare i prodotti che desiderano senza doversi spostare fisicamente.

WhatsApp, azienda di proprietà di Facebook, farà pagare questi nuovi servizi alle aziende addebitando una tariffa per i servizi offerti, garantendo a titolo gratuito i servizi di chiamate e messaggi.
WhatsApp Business è attivo dal 2018 e consente alle Pmi di chattare con i prospect o con i propri clienti.

Ad oggi conta più di 50 milioni di utenti aziendali e ogni giorno oltre 175 milioni di persone inviano messaggi a un’azienda in tutto il mondo.

le nuove funzionalità di whatsapp
Whatsapp apre alle vendite online. Fonte immagine Pixabay

Inoltre, una grande novità risulta anche essere il lancio in India del servizio WhatsApp Pay, il sistema di pagamenti sicuri che consente agli utenti di poter scambiare denaro con amici e parenti all’interno dell’applicazione online.

Come si legge nel blog ufficiale:

“La pandemia ha dimostrato chiaramente che le aziende hanno bisogno di metodi alternativi per interagire con i clienti e concludere le vendite in modo veloce ed efficiente. Una nostra ricerca ha rivelato che i clienti preferiscono inviare un messaggio alle attività per ottenere assistenza e sono più propensi a completare l’ordine quando questa opzione è disponibile”.

Si può quindi sperare che questo rapporto one to one, potenziato da nuovi servizi di hosting, che Facebook metterà a disposizione, possa aiutare le piccole medie imprese a mantenere in attivo le vendite dei prodotti, garantendo anche il lavoro dei dipendenti in smartworking.

+2
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp