Il 4 maggio Yahoo Answers chiuderà definitivamente

Il 4 maggio 2021 si chiuderà ufficialmente un capitolo della storia del web: Yahoo Answers, il più celebre sito dedicato alle domande degli utenti da tutto il mondo, non sarà più disponibile.

Ad annunciarlo in poche righe, tra l’incredulità dei più affezionati e la nostalgia di chi vi è approdato almeno una volta, un breve alert posto sul sito per comunicare agli utenti che il 19 aprile sarà l’ultimo giorno utile per utilizzare il servizio, che poi diventerà di sola lettura, prima di interrompersi definitivamente.

Alert del sito

Storia e declino

Lanciato nel 2005 in lingua inglese dalla Yahoo! Corporation, il portale ha da subito riscosso un enorme successo, diventando il fiore all’occhiello della società. In poco tempo, si è diffuso in tutto il mondo grazie alla sua facilità di accesso e utilizzo, al sistema di punteggio assegnato a coloro che elaborano le risposte migliori e, soprattutto per l’interazione da community che già ai tempi strizzava l’occhio ai futuri social network.

In virtù di questa libertà e immediatezza, il sito è diventato un enorme repository di umanità, accogliendo quesiti eruditi, richieste di aiuto, consigli amorosi, ma anche i dubbi più assurdi.

Fonte: Yahoo

Dopo ben 16 anni, questi stessi attributi sono gli stessi che lo hanno reso anacronistico, decretandone un grande calo di popolarità a favore di assistenti vocali, social network e siti più recenti e fortunati, come Quora, Ask.com o Reddit. Un declino che ha portato l’odierna proprietaria Verizon Media Group, a dichiarare in un comunicato la propria volontà di concentrarsi su nuovi prodotti e contenuti affidabili e di qualità.

La risposta degli affezionati

L’annuncio ha comportato un piccolo terremoto mediatico, riportando in auge il sito che in poche ore è stato invaso di domande circa la sua chiusura ingiusta. È rientrato tra gli argomenti di tendenza su Twitter ed è anche diventato un espediente per post di Real Time Marketing, come quello di Barilla.

Yahoo
Fonte: Twitter

Come “souvenir”, i più nostalgici potranno richiedere il download dei propri contenuti entro il 30 giugno: una piccola consolazione per ricordare il sito che, per tutti questi anni, ha chiarito molti dubbi e risposto a tutte le domande. Anche le più assurde.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp